• Digitalizzazione per tutti, senza privilegi

    Articolo pubblicato sul Corriere del Ticino, 17/10/2019. La digitalizzazione è un fenomeno che sta cambiando profondamente la nostra società in diversi ambiti, dal mondo del lavoro a quello dell’informazione, fino all’organizzazione sociale e la protezione della sfera privata. La capacità di questa trasformazione di aumentare il benessere generale della popolazione dipenderà anche da come essa verrà impostata, accompagnata, regolamentata. Per questo, con alcune personalità attive nel mondo digitale e nel Partito Socialista Svizzero, abbiamo lanciato un gruppo d’influenza politico e laboratorio d’idee denominato Teamhuman. Un gruppo aperto a chiunque condivida i nostri valori e i nostri obiettivi, pensato per poter lavorare in modo decentralizzato, online, offline e in tutte le…

  • Investire nel futuro della Svizzera

    Articolo pubblicato su LaRegione, 01/10/2019. Credo che la Svizzera debba iniziare una nuova stagione di investimenti pubblici, principalmente nei campi dell’ecologia e della digitalizzazione. Le ragioni sono almeno tre. Primo, la situazione finanziaria dello Stato è molto buona. I conti della Confederazione hanno chiuso il 2018 con un’eccedenza di 3 miliardi di franchi, mentre per il 2019 le proiezioni pronosticano un surplus di 2.8 miliardi. Nel 2018 il debito lordo della Confederazione è sceso per la prima volta negli ultimi 20 anni sotto i 100 miliardi attestandosi al 14.4% del PIL. Considerando anche Cantoni, Comuni e assicurazioni sociali si arriva invece a un debito pubblico intorno al 30% del PIL,…

  • Nonni contro nipoti

    Articolo pubblicato su TicinoToday, 02/10/2019. Secondo AvenirSuisse, prima del 2025 più della metà dell’elettorato effettivo svizzero sarà over 60. Con “elettorato effettivo” si intende coloro che vanno effettivamente a votare, e non coloro che hanno diritto di voto. Sì, perché in questa evoluzione non conta solo l’invecchiamento della cittadinanza. A pesare è anche la partecipazione al voto: inferiore al 40% sotto i 40 anni e con picchi tra il 60-70% intorno ai 70 anni. Una situazione dalle conseguenze importanti. Pensiamo alle grandi sfide che interessano la nostra Nazione: almeno due, la sfida del cambiamento climatico e la sostenibilità del sistema pensionistico, sono indissolubilmente e profondamente legate a un conflitto di…

  • Dibattito Radar – Teleticino

    Avanzi miliardari a Berna: che fare? Sono stato ospite di Alfonso Tuor a Radar, trasmissione di Teleticino. Mi sono espresso sull’utilizzo degli avanzi miliardari della Confederazione, auspicandone l’investimento nella formazione, nella svolta climatica e alleviando il peso dei premi di cassa malattia sul ceto medio-basso. La trasmissione si può rivedere qui.

  • Quei premi poco graditi

    Articolo pubblicato su Ticino Management. La progressività del sistema fiscale è una conquista sociale affermatasi nelle società occidentali dopo la 2a guerra mondiale, anche se si presume che già la Repubblica ateniese e la Firenze medioevale applicassero sistemi perlomeno proporzionali (Gera, 1962). Con “progressività” si intende il principio per il quale la quota pagata cresce con la ricchezza posseduta o guadagnata. È un principio applicato all’interno di comuni, cantoni e Confederazione, sebbene complessivamente la progressività freni da un certo reddito in poi per via della tendenza dei più ricchi nel risiedere in regioni dalla bassa imposizione. Gli argomenti per una fiscalità progressiva sono principalmente sociali ed economici. La scelta di…

  • Congedo paternità e congedo parentale

    Oggi in Consiglio nazionale si discute di congedo paternità e congedo parentale. Per me una priorità per la politica famigliare e di genere. La soluzione ottimale per me è quella di un congedo parentale da spartire tra i genitori, con un minimo obbligatorio per entrambi. Ma anche il congedo paternità può essere un passo avanti importante. Liberali e UDC si dimostrano anacronisticamente contrari ad attualizzare il nostro sistema sociale. Argomentano con l’insostenibilità di questa misura per l’economia, ma si dimenticano forse delle migliaia di lavoratori che ogni anno estraiamo dall’economia (anche dalle PMI!) per un servizio militare sovradimensionato e dagli ampi spazi di razionalizzazione? Nell’immagine che segue sono rappresentati i…

  • Speciale elezioni: clima

    Lunedì 2 settembre sono stato ospite di “Speciale elezioni” alla RSI per le 21.00. Il tema è stato quello del clima. Potete rivedere la puntata qui. Questa infografica mostra invece quante emissioni ci possiamo ancora permettere per limitare a 1.5(/2) i gradi di aumento medio della temperatura rispetto ai livelli preindustriali. Impressionante! Fonte: https://www.mcc-berlin.net/en/research/co2-budget.html

  • La nostra casa è in fiamme

    Articolo pubblicato dal Corriere del Ticino, 22/08/2019. Diverse proiezioni scientifiche hanno pronosticato un aumento di eventi metereologici estremi in Svizzera nei prossimi decenni, in seguito al riscaldamento climatico. Una delle calamità naturali per la quale c’è unanimità di visione rispetto a un aumento di frequenza e intensità sono le ondate di calore, cioè periodi persistenti durante i quali le temperature sono straordinariamente elevate in confronto alle medie per una data regione. Le ondate di calore sono l’evento estremo più letale in Svizzera: in triste attesa dei dati della canicola di quest’estate, studi scientifici hanno mostrato che la calura del 2003 ha causato la morte di 1’000 persone (Grize et al.,…

  • Liberi e Svizzeri

    Articolo scritto in occasione della Festa nazionale svizzera, 01/08/2019. Se dovessi scrivere oggi un manifesto per la Svizzera scriverei di libertà, di democrazia, di indipendenza, di pace. Scriverei di libertà e di indipendenza, di democrazia e di diritti nei confronti di altre persone e dello Stato, ma non solo; scriverei di questi principi anche nei confronti di quelle multinazionali che in un mondo globalizzato fanno sempre più il brutto e il cattivo tempo con la privacy, con la politica, con il potere d’acquisto e con la salute delle persone comuni. Scriverei di pace parlando di cooperazione e promettendo di evitare controsensi quali vendere armi a Paesi ad alto rischio di…